sezione anta interna: piatta 86 mm con fermavetro piatto o arrotondato, taglio di giunzione 45°

Anta interna legno anta interna
Taglio di giunzione 45° taglio di
giunzione

sezione telaio 86 mm a 6 camere per anta e telaio

telaio fisso L o Z da 40 mm

distanziatore termicamente migliorato in 2 colori:

  • RAL 7035 (grigio chiaro, per colori interni chiari)
  • RAL 9004 (nero, per colori interni scuri)
con gas argon

vetro Basso Emissivo con lastra interna di sicurezza possibilità di inserimento triplo vetro

icona-triplo-vetro

anta esterna piatta, taglio di giunzione 45°

Anta esterna in PVC piatta 45° anta esterna
Taglio di giunzione 45° taglio di
giunzione

RICHIEDI INFORMAZIONI O PREVENTIVO

LE FINESTRE CHE MIGLIORANO LA QUALITÀ DELLA VITA

Gli infissi della linea VISCONTE HP sono l’ideale per chi pretende il massimo dell’efficienza energetica. I profili in armatura piena in RAU-FIPRO® consentono di eliminare gli spifferi e di risparmiare ogni anno più di 1.000 litri di energia destinata al riscaldamento e al raffreddamento. Hanno il vantaggio, inoltre, di isolare gli edifici efficacemente anche dal rumore. Sono facili da pulire grazie alle superfici antipolvere. Inoltre, l’impiego di guarnizioni dalla forma innovativa riduce la pressione di chiusura e semplifica l’azione di apertura e di chiusura della finestra.

Profilo con moduli termici, per case passive (a supplemento).

L’esclusivo sistema per finestre VISCONTE HP – l’unico della sua categoria con un coefficiente di trasmittanza termica fino a Uf=0,85 W/m2K – è realizzato in RAUFIPRO®, un materiale altamente tecnologico e ad alte prestazioni.

Per soddisfare appieno i requisiti delle case passive, VISCONTE HP può essere implementato con un inserto espanso nella camera funzionale integrata e con una vetratura composta da tre lastre di vetro.

Il diagramma riporta le temperature dall’esterno all’interno, evidenziandone la differenza (15°C circa) sia in estate che in inverno. L’esempio si riferisce alla stagione fredda; in questo caso l’isolamento del serramento assicura il notevole risparmio energetico e di consumi.

VISCONTE HP finestra 2 ante, anta ribalta a destra. Bianco in massa

LA MIGLIORE FINESTRA PER LE CASE PASSIVE

La riduzione degli sprechi è un fattore determinante per realizzare edifici ad elevato risparmio energetico.
Oggi si dispone di una quantità di combustibili fossili sempre più esigua e sempre più ad alto costo; è necessario, perciò, utilizzarle in modo razionale e responsabile anche nel settore dell’edilizia e delle costruzioni. VISCONTE HP, in combinazione con vetri adeguati, è adatto alle case passive. La struttura del materiale in fibra composita con armatura piena consente di rinunciare al rinforzo in acciaio, con la conseguente eliminazione dei ponti termici. Il sistema è dotato di guarnizione centrale e moduli termici opzionali. Installato a una normale profondità di montaggio consente di ottenere valori di isolamento termico in conformità con lo standard per le case passive.

RAU FIPRO

I materiali in fibra composita sono formati da due componenti principali: il materiale di base e il materiale fibro-rinforzato. L’interazione tra i due materiali migliora notevolmente le proprietà generali del composto. La linea VISCONTE HP è realizzata in RAU-FIPRO®, un innovativo PVC rinforzato con fibre. Il RAU-FIPRO® conferisce alle finestre eccezionali proprietà di isolamento termico: infatti, grazie all’elevata stabilità intrinseca, è in genere possibile rinunciare all’uso del rinforzo in acciaio ed eliminare così i ponti termici. Lo strato di rivestimento in PVC, applicato sopra la struttura del profilo di base in RAU-FIPRO®, rende la superficie della finestra estremamente liscia e ne garantisce un’elevata definizione (superficie HDF). I materiali in fibra composita sono utilizzati anche nel settore aeronautico e in Formula 1.

I PLUS

VISCONTE HP è sinonimo di efficienza per quanto riguarda l’isolamento termico ed acustico, nonché le misure antieffrazione. Dalla profondità di 86 mm, VISCONTE HP si distingue per un’armatura piena senza rinforzi in acciaio, che consente di raggiungere una stabilità senza precedenti: merito di RAU-FIPRO®, il materiale hi-tech in fibra composita, realizzato ad hoc per garantire resistenza e durata nel tempo. RAU-FIPRO® viene efficacemente impiegato nel sistema come nucleo del profilo per conferire, unitamente ad un sistema di rinforzo integrato IVS, un’eccezionale rigidità alla torsione e una leggerezza senza pari.

ISOLAMENTO TERMICO

solamento termico: Uf = fino a 0,85; risparmio energetico: fino al 76% (rispetto alle finestre in legno/materiali polimerici con Uw= 2,7 W/m²K

ISOLAMENTO ACUSTICO

Fino alla classe di isolamento 5 senza armatura in acciaio, Rw,P = 47 dB con vetratura Rw = 50 dB

RESISTENZA ALLE EFFRAZIONI

Fino alla classe di isolamento 5 senza armatura in acciaio, Rw,P = 47 dB con vetratura Rw = 50 dB

STABILITÀ E LEGGEREZZA

VISCONTE HP ha la stessa stabilità dei profili tradizionali rinforzati con acciaio, tuttavia, rispetto agli stessi è notevolmente più leggero del 40%

MAGGIORE SPAZIO AL DESIGN

Finestre dalle linee slanciate (115 mm di ingombro architettonico) che possono raggiungere dimensioni fino ad oggi proibitive. VISCONTE HP genera nuove possibilità architettoniche, poiché è il primo profilo con armatura piena senza rinforzi in acciaio che permette di realizzare finestre dalle forme più diverse.

RICICLABILE

L’innovazione è strettamente legata al rispetto dell’ambiente. VISCONTE HP si inserisce perfettamente in un processo di riciclo standard ben definito, con un ciclo del materiale RAU-FIPRO® idoneo.

CAPITOLATO TECNICO

Scarica Capitolato

CARATTERISTICHE DI ESECUZIONE

Specifiche del costruttore per finestre in materiale plastico di PVC rinforzato in fibra RAU FIPRO ®
Sistema profili VISCONTE HP- Guarnizione centrale
Coefficienti di trasmittanza termica dei telai:
VISCONTE HP Uf = 1,0 W / m² K
VISCONTE HP con moduli termici integrati: Uf = 0,91 W / m² K

PROGETTAZIONE DEL PROFILO

I profili telaio – anta, devono presentare in direzione dei flussi termici almeno 6 camere.
La funzionalità delle camere deve essere dimensionata, in modo che, possa accogliere i profili di rinforzo con una profondità di almeno 35 mm, nonché idonei moduli termici. La profondità del profilo finestra è di almeno 86 mm, l’altezza della battuta ammonta a 20 mm per l’anta e 26 mm per il telaio. Il fissaggio della ferramenta portante è garantito da almeno tre pareti in PVC o in aggiunta, da un rinforzo in acciaio. In base al sistema, l’inserimento dei rinforzi devono soddisfare i requisiti statici specificati. Le guarnizioni devono essere intercambiabili. Negli angoli le guarnizioni possono essere inserite su tutta la circonferenza oppure da saldare insieme definitivamente.

GIUNZIONE PROFILI

Le giunzioni dei profili devono avere una sufficiente durezza, rigidità e tenuta, per garantire la corretta funzionalità della finestra. Per la giunzione saldata di profili in PVC-U vale la direttiva DVS 2207, parte 25. Per le connessioni telaio saldato il cordolo deve essere rimosso tramite il processo di unghiatura. Le saldature devono essere effettuate in modo omogeneo, pulito e senza aggiunta di materiale. Traversi e montanti sono uniti meccanicamente. La giunzione meccanica dei profili deve avvenire secondo la direttiva IFT “ Prova finestre in PVC e giunzioni a T saldate “.

SUPERFICIE / COLORAZIONE

La superficie deve essere resistente alla luce nonché alle intemperie e all’invecchiamento. Dopo un ciclo di 5000 h nel tester allo Xenon 450 con ciclo 102/18, la variazione di colore non deve superare il grado 3 della scala dei grigi secondo la normativa ISO 105-A03. La superficie dei profili rivestiti deve essere costituita da una pellicola acrilica stabile al colore con base portante in PVC, unita in maniera omogenea al corpo base in PVC-U modificato, senza ridurne la resistenza di saldatura. Deve garantire un’elevata protezione all’abrasione, ai danni meccanici, nonché avere elevate caratteristiche antigraffio.

TRAVERSI E MONTANTI FISSI

Nell’applicazione dei traversi e dei montanti dovrà essere utilizzato un sistema anti torsione documentato, onde evitare la rotazione del profilo sotto il peso delle vetrate o sotto effetto di spinte applicate dall’utilizzatore.

RINFORZI INTERNI

I rinforzi interni dovranno essere realizzati dello spessore minimo di 15 decimi con forma e lunghezza compatibili con la sezione interna della camera del rinforzo del profilo in PVC.
I rinforzi dei profili devono essere d’acciaio zincato, in modo da essere preservati dalla corrosione. Per i rinforzi interni, lo strato di zinco deve essere di almeno 100 g/m2. Detti rinforzi dovranno essere saldamente ancorati al profilo in PVC con viti zincate a partire da una distanza di 50 mm dall’angolo interno dell’anta-telaio e con frequenza non superiore a 500 mm (profili bianchi) e 250 mm (profili rivestiti).
Serramenti di forma e altezza particolare dovranno essere rinforzati comunque soddisfacendo la normativa CNR che impone la freccia massima ammissibile non superiore a 1/500 della lunghezza, questo per evitare rotture delle lastre di vetro inserite, nonché infiltrazioni di aria ed acqua.

DRENAGGI

I drenaggi e la compensazione vapore nella zona del vetro devono essere previsti secondo le direttive di lavorazione del fornitore di profili. Il deflusso dell’acqua deve avvenire attraverso una camera di scarico separata. La compensazione vapore del vetro è obbligatoria. Anche in questo caso sono preferibili sistemi con una precamera separata. In linea di principio le asole di scarico devono essere protette dal vento mediante tappi di plastica. È necessario fare attenzione che il deflusso dell’acqua non venga ostacolato da davanzali, piastrelle o similari. Deve essere garantito il deflusso controllato dell’acqua.

FERMAVETRI

I fermavetri tagliati a 45° sugli angoli saranno di forma squadrata o sagomata, secondo le richieste architettoniche della D.L.L. e dovranno avere guarnizione coestrusa.
Lo spessore del fermavetro sarà scelto in funzione dello spessore del vetro e della guarnizione di vetraggio conformemente a quanto indicato dalle direttive di vetratura del fornitore dei profili in PVC.
I profili fermavetro saranno del tipo inserito a scatto mediante aggancio di assoluta sicurezza affinché a seguito di apertura a wasistas, o per la spinta del vento il fermavetro non possa cedere elasticamente.

GUARNIZIONI

Il sistema di tenuta agli agenti atmosferici dovrà essere a doppia guarnizione di battuta e guarnizione centrale di tenuta.
Potranno essere utilizzate guarnizioni preinserite e saldabili con i profili principali oppure da inserire successivamente alla saldatura del telaio/anta.
Le guarnizioni, di battuta e fermavetro, a diretto contatto con gli agenti atmosferici devono essere costruiti con materiali idonei ad assolvere tali compiti mantenendo inalterati nel tempo le loro caratteristiche. Devono avere un elevato grado di tollerabilità con gli elementi su cui vengono assemblati conformemente alla normativa DIN 52452.
Possono essere montate solo guarnizioni in EPDM, silicone, RAU-PREN o equivalente. Il materiale costituente le guarnizioni deve ottemperare a quanto indicato dalle normative RAL GZ 716/1, paragrafo II.

ACCESSORI

La ferramenta e gli accessori saranno: Maico.
La ferramenta e gli accessori dovranno essere montati sul serramento conformemente a quanto stabilito dalla normativa DIN 18357.
La ferramenta e gli accessori dovranno avere forma ed efficienza di chiusura compatibile con il profilo stesso. Devono poter soddisfare i controlli stabiliti dalla norma EN 107.
La EURO Scanalatura per l’alloggiamento della ferramenta dovrà avere un asse ferramenta di 13 mm ed un gioco battuta di 12 mm per consentire il montaggio di accessori anti-intrusione.
La maniglia è Secustik: dotata di un meccanismo di bloccaggio che ostacola l’azionamento della stessa dall’esterno: l’elemento di giunzione fra la martellina e il quadro pieno funge da “diodo meccanico” consentendo di azionare normalmente la martellina dall’interno ma bloccandola se si tenta di manipolarla dall’esterno.

Dati tecnici

Larghezza frontale 16 mm
Entrata maniglia 15 mm
Altezza nottolini 8 mm
Corsa nottolini 2×19 mm
Scatola movimento: dimensioni 25×12 mm
Profondità scatola con frontale 27,6 mm
Foro perno quadro 7 mm
Ferramenta e cerniera angolari 4x_ (min. 22 mm) – scegliere la lunghezza adatta in base al tipo di profilo utilizzato.

Materiali e trattamento

Acciaio, zinco pressofuso (zama), acciaio inox per le molle dei movimenti angolari e materia plastica di alta qualità per diverse minuterie. Tutte le parti metalliche sono zincate e passivate secondo norme DIN 50941.
Tutti i componenti passivati argento vengono successivamente provvisti di uno strato di cera di alta qualità che aumenta notevolmente la protezione anticorrosione ed anche la scorrevolezza dei singoli pezzi.
In base al marchio RAL di qualità RAL-RG 607/3 (serrature e ferramenta per finestre) ovvero RAL-RG 660 (prodotti galvanizzati) per la classe di sollecitazione III, vengono richieste almeno 72 ore di resistenza fino alla ruggine bianca, 240 ore fino alla comparsa di ruggine rossa.
Il controllo avviene secondo la DIN 50021 (prova in nebbia salina).
La protezione anticorrosione delle superfici Maico corrisponde a quanto viene prescritto dal RAL.
Campi d’applicazione per finestre e portefinestre. Pesi massimi per battente in funzione delle cerniere, supp. Forbice ed accessori utilizzati max 120 kg con cerniera angolare e forbice supplementare.
Su finestre e portefinestre ad arco e fuori squadro, cosí come su finestre con meccanismi a scomparsa, il battente non puó superare il peso di 80 kg, usando comunque le cerniere ed i supporti forbice di maggiore portata.

VETRAGGI

I profili garantiranno un inserimento del vetrocamera con spessore massimo di 35 mm. Finestre e portafinestre con vetrocamera 4BE-24-6/7 con gas argon e distanziatore termicamente migliorato. Esso è disponibile in 2 colori: RAL 7035 (grigio chiaro, per colori interni chiari) e RAL 9004 (nero, per colori interni scuri). Le vetrate con superficie superiore a 2,5 m2 saranno realizzate sempre con il filo lucido piatto.

CLASSIFICAZIONE DEI PROFILI IN PVC PER ZONE CLIMATICHE
La norma UNI EN 12608 classifica i profili in PVC per zone climatiche. La norma si riferisce ai soli profili di colore bianco o crema con superficie liscia; non si applica ai profili con superfici rivestite, goffrate o coestruse acriliche. In base alla norma in oggetto il territorio Europeo è suddiviso in due zone come si può leggere in tabella.
La zona S è determinata da una delle due opzioni:
1. energia solare maggiore o uguale a 5GJ/m2;
2. temperatura media del mese più caldo maggiore o uguale a 22°C.
In alcune aree geografiche della nostra penisola si rilevano radiazioni inferiori a
5GJ/m2 ma sempre con temperature maggiori di 22°C. Di conseguenza tutto il territorio italiano è classificato Zona S.
I profili in PVC utilizzati da I NOBILI per l’assemblaggio dei serramenti sono estrusi con mescole di tipo S, quindi sono idonei alle condizioni climatiche italiane.

PANORAMICA DELLE PROVE DI ISOLAMENTO ACUSTICO SECONDO EN ISO 140-1

rapporti_prova_viscontehp_i-nobili